25 curiosità libresche su di me

Leggere-per-curare-lanima

Sono stato invitato dal blog Il nostro angolo dei sogni a questo book tag, che accetto di fare volentieri.

C’è sempre qualcosa di particolare che ciascuno di noi fa quando legge: i nostri modi di fare, le nostre manie ossessivo-compulsive, i nostri gusti. Non leggiamo mai un libro per caso. Questo book tag serve per conoscerci meglio come lettori, e condividere con tutti voi qualche caratteristica in comune. Pronti? Partiamo!

  1. Ogni volta che comincio un libro uso un segnalibro diverso, perché associo il tema del segnalibro al libro. Inoltre, scelgo il segnalibro anche in base alla grandezza di quest’ultimo con il volume.
  2. Leggo dieci pagine in mezz’ora.
  3. Se un libro non mi piace o mi annoia, cerco sempre di portarlo a termine stringendo i denti.
  4. Amo leggere i libri in piazza Carlo Alberto (Torino).
  5. Non riesco a leggere un libro con la musica nelle orecchie.
  6. Odio i fantasy (Non considero Harry Potter fantasy, ma narrativa).
  7. Quando scelgo un libro esamino il titolo, la copertina e la sinossi. Alcune volte prevale il titolo, altre l’argomento, ma ci stanno libri che ti colpiscono solo per la copertina.
  8. Ho letto il mio primo libro a 10 anni, “L’isola del tesoro” di Stevenson.
  9. La mia passione per i libri è cominciata a 17 anni, perché la mia prima ragazza era una lettrice forte e mi fece leggere Harry Potter e la pietra filosofale. Da allora è cambiata la mia vita.

    Piazza Carlo Alberto (Torino)
    Piazza Carlo Alberto (Torino)
  10. Considero Harry Potter un classico della letteratura moderna e penso che entrerà di diritto nei libri di antologia.
  11. Durante la mia giornata leggo in treno o sul tram e poi prima di addormentarmi.
  12. Per questione di comfort, nel tragitto per andare a lavoro leggo ebook, mentre a casa leggo il cartaceo. Proprio per questo leggo due libri contemporaneamente.
  13. Ho un ripiano della libreria diviso tra i libri letti e i libri da leggere dell’anno in corso.
  14. Preferisco accompagnare la lettura con un thè che con un caffè.
  15. Quando leggo gioco con la barba.
  16. Di solito non leggo libri più lunghi di 400 pagine.
  17. Quando termino un libro impiego due o tre giorni per scegliere quello successivo.
  18. Non leggo mai un libro più volte.
  19. Quando leggo una scena drammatica piango.
  20. Odio le scritte, sia con la penna che con la matita, in tutte le parti del libro (a meno che non sia una dedica dell’autore).
  21. Ogni volta che leggo un libro, ripasso la biografia dell’autore.
  22. Se uno o due libri di uno stesso autore mi sono piaciuti, mi faccio subito una lista dei suoi romanzi e la metto nel portafoglio, perché quando sono in giro e vedo una bancarella cerco i suoi libri.
  23. Non presto mai libri per paura che non mi vengano resi. Preferisco comprarli e regalarli.
  24. Io e mio fratello nonostante siamo gemelli leggiamo libri completamente diversi.
  25. Quando ordino i libri nella libreria li metto tutti non sporgenti, così che anche i libri piccoli abbiano la stessa visibilità dei libri grandi.

Avete letto tantissime curiosità su di me! Spero di essermele ricordate tutte. E’ stato un gioco divertente.

Nomino Annalisa, blogger de L’amore per i libri, e Sara de La ladra di libri.

Michael

Precedente 1a Fiera del Libro di Iglesias Successivo Picture-Story: Campagna romana con papaveri