Il San Valentino di Giovanni e Sarah

san valentino

Basta uno sguardo, un cenno d’intesa. Giovanni e Sarah sono collegati da un filo invisibile che si chiama Amore. Lo si capisce da come si guardano, da come si prendono per mano. In rigoroso silenzio. Per noi.

In realtà i loro cuori stanno conversando ad alta voce. Lo si capisce dai sorrisi reciproci e complici, lo si capisce dal fatto che i loro occhi non hanno sguardo che per loro.

Ma perché Giovanni e Sarah sono così innamorati? E’ una reazione chimica che si scatena dentro i loro corpi spontaneamente, e che gli pervade di un’energia positiva e assai potente da renderli più forti di ogni altra cosa. Insieme, si capisce.

E allora quando ci si rende conto di non poter fare a meno di vivere di quell’energia, si capisce quanto è importante una persona per noi. La maggior parte delle volte, però, ce ne accorgiamo sempre dopo. Ecco, perché ho creato i personaggi di Giovanni e Sarah che impersonificano l’Amore. Quello vero. Quello quotidiano. Quello dove si litiga la mattina e la sera si fa l’amore, quello dove ogni giorno si fa di tutto per renderlo fantastico, quello in cui ci si abbandona tra le braccia dell’uno e dell’altra per essere consolati. Quello in cui senza i suoi difetti non riuscirei ad immaginare un qualcosa di diverso. Quello in cui non ci si chiede perchè amiamo quella persona, perché se ce lo chiediamo abbiamo già la risposta.

Come immagino il San Valentino di Giovanni e Sarah?12573893_10208095888542169_5860179142618170866_n

Non potrei immaginarmelo che a Torino. Naturalmente. Con un bacio al loro risveglio. Con una romantica passeggiata in giro per il centro, a far colazione nella suggestiva cornice di Piazza Vittorio. E poi, poi una giornata normale come le altre. Perché, per fortuna, Giovanni si rende conto che non esiste una giornata speciale per loro. Per lui, ogni giorno è speciale se al suo fianco c’è Sarah. Dopo tutto, è per questo che ha lottato, che è scappato con lei. Perché aveva capito che quella reazione avveniva soltanto in sua presenza, e così fu per Sarah.

 

E allora, amici, se anche dentro di voi si scatena questa reazione alla sua presenza, fate di tutto, ma proprio tutto, per rendere ogni giorno dell’anno, un fantastico giorno. Perché quella reazione è Amore. E l’amore non si butta via, si combatte per conquistarlo. Si sono fatte guerre per amore.

Ecco perché l’amore è la vera musa ispiratrice di ogni cosa, dalle canzoni ai quadri, dalle sculture alle poesie e ai romanzi. Perché senza l’Amore non esisterebbe la pace dopo la guerra. Perché senza l’Amore non possiamo vivere.

Vogliatevi bene, ogni giorno.

 

Un abbraccio,

Michael

————————————————————————————————————————————————

Giovanni e Sarah sono i personaggi del mio primo romanzo, dal titolo “Il treno per la felicità”.

Vuoi saperne di più? Vai alle “info utili” o clicca direttamente sul seguente link per l’acquisto! –> IL TRENO PER LA FELICITA’

 

 

Precedente A luglio l'ottavo capitolo: Harry Potter e il figlio maledetto! Siete pronti? Successivo Ci lasciano Harper Lee ed Umberto Eco.