La mia esperienza con i social per #iltrenoperlafelicità

social_network

QUANTO SONO IMPORTANTI I SOCIAL PER LA DIFFUSIONE DI UN’OPERA?

Questa è la domanda che mi sono fatto all’inizio della mia esperienza di Autore. Mi aspettavo fin dal principio che l’attività di Marketing sarebbe stata molto dura, e ora, a distanza di mesi, posso trarre alcune mie conclusioni (condivisibili o meno).

Si sa benissimo che un autore che non pubblica con una grossa casa editrice, deve rimboccarsi le maniche per farsi conoscere sia di persona che sul web. Il primo passo che ho compiuto è stato creare la pagina Facebook col mio nome e non con il nome del libro. Questa scelta è stata fatta perché #iltrenoperlafelicità deve essere conosciuto per il mio nome, e anche perché nella continuazione della carriera di scrittore non debba creare una pagina per ogni libro. Quindi, ha sicuramente più senso creare una pagina col nome dell’autore e aumentare di volta in volta il proprio pubblico. images

Un altro social molto importante che ho ritenuto utilizzare per creare il mio pubblico è Instagram. Tramite questo social vi è l’opportunità di raggiungere più persone velocemente, tramite gli hashtag. Quindi, ho pensato di creare dei post in cui faccio riferimento alle citazioni più carine dell’opera, e tramite gli hashtag il post ottiene una visibilità molto alta in tutto il mondo (a differenza di Facebook). C’è chi parla, addirittura, di sfruttare tempi ben precisi, durante l’arco della settimana, per avere una maggior efficacia, ma di questo non ne sono tanto sicuro. Posso dirvi, comunque, che Instagram mi ha aiutato molto a farmi conoscere e a vendere qualche copia del libro.

Infine, Twitter. Io lo metto al terzo posto, poiché la maggior parte degli utenti interagisce con Facebook, però dal punto di vista professionale Twitter è molto valido, nonché immediato. Tramite questo social ho conosciuto diversi Autori, Blogger, e addetti ai lavori che con Facebook o con Instagram non avrei conosciuto. E questo la dice lunga sul fatto che Facebook, Instagram e Twitter siano molto diversi tra loro e tutti utili. Io, per esempio, non posso fare a meno dimages (1)i utilizzare nessuno dei tre, perché tramite Facebook tengo aggiornato il mio pubblico e loro possono seguirmi con facilità. Tramite Instagram continuo a farmi conoscere e condividere anche alcuni momenti personali, per mostrare a tutti come sono, ed infine, tramite Twitter, mantengo i rapporti professionali con chi ho bisogno.

La mia conclusione è che i social sono fondamentali per vendere il proprio prodotto, perché ormai il mondo viaggia in rete e con una velocità molto più alta di prima. Questo implica aggiornarsi, studiare e non mollare mai per perseguire il proprio obiettivo, o meglio… target!

Precedente Picture-Story: Notte stellata Successivo Picture-Story: La grotta blu di Capri