Le 4 cose che ci spingono a comprare un libro

_tn_1.0.45619287_0L6FHsQJEeSP-Uv2CgTw7g_Fiera libro

E’ abbastanza frequente che un lettore entri in una libreria con un dubbio amletico: che libro compro oggi?

Alcuni si fanno suggerire dal libraio, altri rimangono ore e ore vagando per la libreria in cerca di un titolo che li ispira. Già, il titolo. Il titolo è il primo punto fondamentale sia per lo scrittore del libro che per il lettore che deve leggerlo. E’ una scelta molto complicata per l’Autore, perché deve scegliere un qualcosa ad effetto che attragga l’attenzione. Non deve essere troppo lungo o fuorviante.
La ricerca del titolo giusto è chiaramente un qualcosa di utopistico, perché non esiste “Il titolo perfetto”. Il lettore indeciso, dal canto suo, non è attratto da un titolo presuntuoso, né da uno troppo semplice. Sembra strano, ma l’occhio mentre cerca un titolo adeguato cade contemporaneamente su un altro elemento fondamentale: la copertina.
La copertina, infatti, deve essere collegata in qualche modo con il titolo e con la storia che racchiude. Deve suscitare la curiosità del lettore indeciso attraverso i colori o i non colori. Sebbene una copertina variopinta solleciti l’occhio umano, cioè tra decine di libri che abbiamo davanti l’occhio cade su una copertina dai colori vivaci, alcune volte veniamo attratti, al contrario, da una copertina semplice, minimal sia nei colori che nel titolo. Ecco perché una copertina completamente bianca o in bianco e nero può suscitarci un’emozione particolare appena la notiamo: perché è diversa. Ovviamente tutto deve conciliarsi con lo stato d’animo che il lettore vive in quel momento.

Dopo che prendiamo IL libro che ha suscitato in noi la curiosità di fronte ad altre decine di libri, qual è la prima cosa che facciamo? Lo giriamo e leggiamo la sinossi nella quarta di copertina.
La sinossi è il terzo punto fondamentale che deve convincere del tutto il lettore ad acquistare il libro, e ancora di più a non vedere l’ora di tornare a casa per leggerlo. La sinossi è sempre un problema, perché deve descrivere al meglio la storia in poche righe non svelando i particolari che legano in un filo conduttore il racconto. Questi tre elementi sopra descritti devono conciliarsi e sposarsi tra loro.
Qualche volta, il lettore indeciso mette a confronto due libri, li analizza per filo e per segno e si fa trasportare dalle emozioni che quei libri gli trasmettono. Qualche volta, invece, il lettore indeciso arriva a leggere la sinossi e poi mette il libro al suo posto: il titolo gli piaceva, la copertina pure, e poi? “La storia non mi convince”. Oppure, ancora, il titolo era bellissimo, la copertina fantastica, la sinossi convincente, ma poi guardando ancora più in basso, nella quarta di copertina, si spaventa: E’ troppo caro! Così lo rimette a posto e magari perde l’opportunità di vivere una storia che lo avrebbe cambiato per sempre, nella testa e nel cuore. Già, perché il prezzo del libro è il quarto punto fondamentale che fa sì che il lettore non metta a posto il libro. Tante volte abbiamo comprato un libro dal prezzo esorbitante e dopo siamo rimasti delusi: “Non era all’altezza delle aspettative”, oppure, tante altre volte, siamo rimasti super felici e super soddisfatti per aver letto un libro fantastico comprato ad un prezzo stracciato e a cui ogni tanto pensiamo perché ci è diventato tanto caro.
Senza dubbio, un libro con una copertina che stuzzica la nostra fantasia, un titolo intrigante, una sinossi convincente e un prezzo onesto sono gli elementi che, passaparola a parte, convincono la maggior parte dei lettori ad acquistare un libro.

Con questo articolo vogliamo dire che il detto “Un libro non si giudica mai dalla copertina” sia proprio vero! Infatti, non solo dalla copertina…

Precedente Torino: una fonte d'ispirazione continua Successivo Il momento perfetto per scrivere