Picture-Story: La grotta blu di Capri

5° Appuntamento della rubrica “Picture Story”

KARL WILHELM DIEFENBACH: LA GROTTA BLU DI CAPRI

Karl Willhelm Diefenbach - The blue grotto in Capri

Info sul quadro:

Anno: 1902 (Olio su tela).

Sembra ieri la prima volta che Giacomo mi portò dentro la grotta blu per la prima volta. L’incoscienza dei nostri quindici anni ci portò a nuotare fin qua. Sparimmo da casa per ore, però poi ne valse la pena. Quello spettacolo naturale che vedemmo fu indescrivibile. Ci lasciò a bocca aperta. Era come se avessimo scoperto una cosa che non avrebbe mai visto nessun’altro.

Il mare, qui dentro, si colora di un blu speciale. Si illumina, quasi per magia. E allora, da quel giorno, ogni volta che ci andavo, stavo lì dentro seduto sulle rocce e fantasticavo. Sognavo che vi fossero i pirati in cerca del tesoro nascosto, e immaginavo che quella luce in fondo fosse l’oro tanto conteso. Allora assistevo a duelli tra acerrimi nemici, i quali lottavano fino all’ultimo, fino a quando la spada si rompeva. Poi, alla fine della battaglia, compariva il capitano, e con la sua gamba di legno cercava di districarsi tra le rocce per andare a raggiungere il tesoro, e rideva, rideva sarcasticamente con una risata malefica.

Poi anche crescendo, da ragazzo, pensavo che un pirata fosse spuntato prima o poi. Qui dentro ci portai il mio primo amore, e ancora adesso mi batte forte il cuore pensare a quei momenti della mia vita così intensi ma fugaci, di cui per fortuna conservo le emozioni. Ah, quel pomeriggio con lei! Non riuscirei a spiegarvi cosa provai a condividere questo luogo così magico con una delle persone più speciali della mia vita. Se solo potessi tornare indietro!

La cosa più buffa sapete qual è? E’ che questo posto in realtà è conosciuto da tutti, e la sua bellezza è conosciuta in tutto il mondo! Eppure a me sembra un luogo segreto, un posto per pochi. Vorrei continuare a pensarla così, per non farli perdere quella magia che per me lo rende così speciale.

© Michael Floris – Tutti i diritti sono riservati.

Precedente La mia esperienza con i social per #iltrenoperlafelicità Successivo Estrazione vincitore del giveaway